AREA TELECOMUNICAZIONI

Risorse correlate



Rete Fisica e WiFi

 

Rete fisica e wi‐fi

Le circa 3.000 postazioni di lavoro disponibili, per studenti, docenti, personale TAB, nelle 16 sedi dell’Ateneo sono tutte dotate di una o più connessioni alla rete trasmissione dati.
All’interno di ogni edificio e di ogni area di campus è attiva una performante rete locale che permette l’interconnessione tra i singoli punti con capacità fino ai 10 Gb/s. Tutta la rete è quindi connessa alla velocità massima di 10 Gbps con la rete della ricerca italiana gestita dal Consortium GARR, e quindi a Internet.
Grazie al cofinanziamento del progetto di innovazione da parte della Fondazione Roma è stato possibile realizzare la connessione di tutte le sedi di proprietà dell’ateneo con tratte di fibra ottica spenta in uso riservato a Roma Tre. Su questa base è costruita una rete logica che assicura ad ogni sede una doppia via di connessione al resto della rete, garantendo continuità del servizio è alta affidabilità.
Su queste fibre la separazione delle diverse lunghezze d’onda con tecniche DWDM e CWDM e il parallelo utilizzo di più fibre permette la disponibilità di una capacità di banda oltre i 10 Gbps e la separazione dei servizi su canali dedicati.
Sulla rete fisica insiste una diffusa rete wi‐fi di Ateneo.
Sono attivi circa 250 access point che coprono la quasi totalità delle aree interne e la gran parte delle aree esterne con un segnale pieno e continuo. L’accesso alla rete, che ospita anche un SSID della rete gratuita metropolitana (WiFi Metropolitano), è garantito a tutti gli studenti iscritti, a tutto il personale docente e amministrativo e a chi partecipa ai numerosi convegni e manifestazioni ospitate in Ateneo.
L’intera rete è parte della rete degli enti di ricerca europei Eduroam.
A fronte di una media di 8000 utenti connessi giornalmente, si registrano picchi di oltre 7000 utenti contemporanei.

 

Implementazione della rete fisica e wi‐fi

La separazione fisica e logica dei singoli collegamenti oltre ad assicurare capienza e continua disponibilità, offre la possibilità di applicare le migliori architetture di sicurezza per i servizi disponibili.
In questo senso è opportuno inserire nel progetto il collegamento con fibra proprietaria monomodale a 12 coppie delle sedi oggi servite dagli operatori, a questo fine va esplorata la fattibilità di sfruttare la rete fognaria esistente come già avvenuto in altre situazioni metropolitane anche italiane, evitando così scavi stradali ad alto impatto urbano.

 

 

 

 

 

 

  

^ Top